Calle del Golfo con variazione di pomodori, acciughe di Cetara, olive taggiasche, basilico croccante e...sorpresa

Non pensavo di partecipare ad un contest culinario, tanto meno a quello de Le Strade della Mozzarella, perché ultimamente, amo più mangiare che cucinare, ma mi ci sono piacevolmente ritrovata dentro e così, dato che il tema è #unviaggioessenziale, ho deciso di proporre una ricetta semplice perché questo è anche il mio mood del momento.

Ho partecipato nel mese di maggio a Le Strade della Mozzarella, una tre giorni ricca di eventi e spunti e che ha visto presente il Gotha della ristorazione italiana e non solo, oltre a pizzaioli e pasticcieri, insomma sono rientrata molto entusiasta da Paestum e se volete condividere con me le emozioni che ho provato potete leggere qui.

Ma torniamo al contest. Il regolamento prevede l’utilizzo di ingredienti che caratterizzino il Made in Italy nel mondo, che altro dunque se non #pastamozzarellaepummarola?

Quindi Mozzarella di Bufala Campana, Pasta di Gragnano Igp del Pastificio dei Campi ed a scelta uno dei Grandi Pomodori Campani: i San Marzano Dop, quelli del Piennolo del Vesuvio Dop e i pomodorini di Corbara.

Io come formato di pasta ho scelto le Calle, perché mi piace il fiore, e perché mi piace sempre cambiare formato, proprio come questo che assomiglia ad una calamarata tagliata obliqualmente.

Ma ecco il mio viaggio essenziale:

 

Calle del Golfo con variazione di pomodori, acciughe di Cetara, olive taggiasche, basilico croccante e...sorpresa

 

Difficoltà ricetta: 2

 

Ingredienti per due persone:

 

160 gr di Calle del Pastificio dei Campi

200 gr di pomodori gialli Pacchetelle

250 gr. di pomodorini Corbarì

1 mozzarella di bufala campana Dop da 200 gr

4 acciughe di Cetara

una manciatina di olive taggiasche

1 foglia di alloro

3-4 foglie di basilico

olio extravergine di oliva

2 spicchi d'aglio

sale

pepe

peperoncino

 


Procedimento:


Far saltare i pomodori Corbarì con olio, aglio in camicia, una foglia di basilico, sale e un po' di peperoncino. Frullare il tutto con il minipimer e colare per togliere le pellicine e i semini. Far restringere il sugo per 5 o 6 minuti in una padella con un filo d'olio. Intanto cuocere la pasta in acqua salata. In una padella far rosolare uno spicchio d'aglio privo dell'anima con un po' d'olio e una foglia di alloro, aggiungere le pacchetelle gialle, sale e pepe. Tagliare la mozzarella a dadini.

Quando la pasta è al dente, scolarla e procedere all'inpiattamento. Dare una spennellata su un lato del piatto con la passata di pomodoro, versare due cucchiaiate al centro di coulis di pomodori, aggiungere le calle, tre pacchetelle, le olive taggiasche, due acciughettee guarnire con uan foglia di basilico fritto.

La sorpresa è di portare in tavola, a parte, i dadini di mozzarella, come se fosse il parmigiano o il grana padano, in modo che ogni commensale potrà condire la pasta a suo piacimento.


Buon appetito!

 

Vino in abbinamento: Champagne 100% Chardonnay (come direbbe Albert Sapere: "un Prosecchino..." ;-)


Ultimo aggiornamento Domenica 28 Dicembre 2014 16:25

Commenti  

 
0 #1 Cintia Soto 2014-12-29 00:05
Grandiosaaaaa ma cerco di fare questa ricetta anche io.

Bellissima.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna