Cioccolato & Papillon: insieme per il sociale

Un'iniziativa ammirevole quella di Zaini Milano 1913.

 

Dal 7 ottobre nella boutique del cioccolato di via de Cristoforis 5, sarà possibile acquistare una speciale confezione regalo: la lattina vintage Zaini, fedele riproduzione di quella originale degli anni ’20, contenente due tavolette di cioccolato e un papillon con due lunghe code che, adagiate sulla camicia, diventano un accessorio al femminile.

I papillon sono realizzati a mano con preziosi tessuti, dalle detenute del carcere di Lecce e Trani attraverso Made in Carcere, cooperativa sociale, Onlus, dedicata al reinserimento delle donne carcerate, che opera attraverso un laboratorio di sartoria artigianale.

Artefice di di questa lodevole progetto è Luciana Delle Donne, ex manager, che dal 2008 ha messo a disposizione le sue competenze manageriali, formate in ambito finanziario, per sviluppare e diffondere questa iniziativa eticamente corretta, che il prossimo anno compirà 10 anni.

E non poteva che essere il papillon, l'accessorio che segna la liaison tra i manufatti di Made in Carcere e Zaini, segno di riconoscimento di Luigi Zaini, fondatore nel 1913 della più antica fabbrica di cioccolato milanese, che, come si può vedere dai suoi ritratti esposti nella boutique du chocolat e anche sulle tavolette, non mancava mai di indossare.

Molte le analogie con Made in Carcere, infatti la Luigi Zaini Spa, fin dalla fine degli anni '30 era già sensibile al tema delle pari opportunità attraverso Olga Zaini, e nel 2014 ha avviato un progetto di sostegno per le donne coltivatrici del cacao in Costa d’Avorio, al fine di consentire loro, attraverso un lavoro autonomo, di migliorare la propria condizione sociale ed economica, proprio come la cooperativa onlus creata da Luciana Delle Donne che, con il suo progetto, da una seconda chance di reinserimento nella società per le donne recluse.

Ultimo aggiornamento Sabato 28 Ottobre 2017 14:36

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna